Ambiente Parchi Primo Piano

Webmeeting sulle tartarughe marine al Parco dell’Asinara

La tutela delle tartarughe marine è stato il tema del terzo web meeting scientifico organizzato dal parco nazionale dell’Asinara nell’ambito dell’iniziativa #restiamoacasainsiemealparco, inaugurata due settimane fa con un incontro in videoconferenza sulla Pinna nobilis.

Ha introdotto i lavori il commissario straordinario del parco Gabriela Scanu, che ha sottolineato il successo dell’iniziativa seguita da circa 100 mila persone, la maggior parte residenti in Sardegna, ma anche nel Lazio, Lombardia, Toscana e Liguria. Lo scorso evento, incentrato sulla vegetazione dell’Asinara, ha registrato 6.200 visualizzazioni.

Oltre che su Facebook, il ciclo di incontri è visibile su Youtube e Instagram. Anche il ministero dell’Ambiente, come ha ricordato il commissario, sta seguendo l’iniziativa tramite i suoi canali social e il sito istituzionale. Proprio con il ministero, come è stato annunciato, si darà il via alla campagna lemeravigliedelleareeprotetteacasa.

Il direttore del parco nazionale dell’Asinara Vittorio Gazale, che ha moderato il web meeting, ha osservato, tra l’altro, come la tartaruga marina sia uno degli animali più antichi del nostro pianeta. Ma, nonostante abbia superato l’estinzione che ha portato alla scomparsa dei dinosauri, oggi è una specie minacciata. Proprio per questo è stato creato il Centro di recupero animali marini Asinara (Crama), di cui ha parlato Laura Pireddu, responsabile del Centro.

Sull’intervento veterinario si è soffermato Daniele Denurra dell’Istituto zooprofilattico sperimentale della Sardegna, mentre Donatella Carboni dell’università di Sassari ha esaminato il problema dell’inquinamento della plastica in mare e il beach litter di alcune spiagge dell’Asinara.

Il ruolo della sensibilizzazione nella salvaguardia delle tartarughe marine, “passando dall’allarme all’azione”, è stato messo in evidenza da Eleonora De Sabata, responsabile comunicazione del progetto “Clean Sea life”.

Diverse le domande in diretta dei partecipanti via web. L’incontro si è concluso con la messa in onda di un breve video sui tesori naturalistici del parco nazionale dell’Asinara.

Il prossimo web meeting – in diretta Facebook martedì 28 aprile alle ore 10.30 – verterà sulla fauna dell’Asinara. Interverranno Fulvio Mamone Capria, capo della segreteria particolare del ministro dell’Ambiente Sergio Costa, e alcuni ricercatori delle aree Natura

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.