Parco Appennino Lucano Val d’Agri Lagonegrese

FloraPrimo Piano

Roverella centenaria morta nell’incuria

In merito alla morte dell’albero centenario di quercia, ibrido cerro – roverella (774 cm di circonferenza e 25 metri di altezza) di Brienza – località Cerasa, protetto, ma solo sulla careta dalla legge regionale in materia di flora, limitrofo al territorio del parco nazionale dell’Appennino Lucano, interviene il ” Gruppo consiliare per Brienza.

Read More
FaunaParchiPrimo Piano

Salvati due pipistrelli Abolimbati nel P.N. Appennino Lucano

Questa specie è protetta in Italia secondo la Legge 357/97 e a livello internazionale dalla Convenzione EUROBATS recepita dal nostro paese con la Legge 104/2005. Tutti i pipistrelli (Chirotteri) sono quindi protetti in quanto specie di importanza comunitaria (direttiva habitat 92/43/CEE).

Read More
ParchiPrimo Piano

Stallo al Parco Nazionale Appennino Lucano: sarà il Direttore del Parco del Cilento a ricoprire l’incarico in via temporanea

Sull’intricata vicenda – lo ricordiamo – è in atto un braccio di ferro tra Ministero dell’Ambiente ed ex vertici del parco Appennino Lucano e la Regione Basilicata, che è culminato con il Commissariamento del parco, mentre l’ex giunta regionale della Regione Basilicata aveva manifestato contrarietà all’intesa per la nomina del nuovo direttore.

Read More
ParchiPrimo Piano

Libera chiede di non rinnovare la concessione idrocarburi Val d’Agri

L’area di interesse della concessione ricade – scrive Libera –  nel centro del perimetro del Parco Nazionale Appennino Lucano Val d’Agri-Lagonegrese all’interno del quale insistono cento chilometri di condotte interrate e un centro olio, ubicato a Viggiano. In Basilicata, si è compiuto, di fatto, un autentico scempio dell’ambiente che ha interessato l’aria (inquinamento dagli impianti di desolfurizzazione petrolifera, stoccaggio e estrazione,

Read More
ParchiPoliticaPrimo Piano

Il parco nazionale Appennino Lucano da oltre due anni è senza presidente

E’ dal 24 Agosto 2017 che il parco nazionale dell’Appennino lucano attende la nomina del nuovo presidente da parte del Ministro dell’Ambiente. In questa data è scaduto, infatti, il mandato dell’ex presidente, Domenico Totaro. Per l’area protetta, istituita nel 2007, estesa su quasi 69 mila ettari ricchi di biodiversità e che comprende 29 comuni, la presenza degli organi di gestione sarebbe ancora condizionata dalla difficile convivenza tra parco e petrolio.

Read More