AmbienteFaunaPrimo Piano

Proposta di Legge sugli allevamenti intensivi

È stata depositata alla Camera dei Deputati la proposta di legge “Oltre gli allevamenti intensivi. Per una transizione agro-ecologica della zootecnia” presentata lo scorso 22 febbraio in sala stampa a Montecitorio dalle associazioni Greenpeace Italia, ISDE – Medici per l’ambiente, Lipu, Terra! e WWF Italia. Sono 15 i parlamentari, provenienti da 5 diversi gruppi politici, che hanno sottoscritto la proposta di legge[1]. Prime co-firmatarie, le deputate Michela Vittoria Brambilla (Noi Moderati) e Eleonora Evi (AVS), entrambe dell’intergruppo parlamentare per i diritti degli animali e la tutela dell’ambiente.

La proposta di legge – ora al vaglio degli uffici competenti della Camera, in attesa di essere assegnata in Commissione – intende rendere protagoniste le piccole aziende agricole zootecniche, incoraggiando la transizione ecologica di quelle grandi e medie attraverso un piano di riconversione del sistema zootecnico italiano finanziato con un fondo dedicato e prevedendo nell’immediato una moratoria all’apertura di nuovi allevamenti intensivi e all’aumento del numero di animali allevati in quelli già esistenti.

«Ringraziamo tutte le parlamentari e i parlamentari che hanno deciso di sottoscrivere il testo proposto dalle associazioni, accettando una sfida non più rimandabile – dichiarano Greenpeace Italia, ISDE – Medici per l’ambiente, Lipu, Terra! e WWF Italia. «Ci auguriamo che la legge venga presto incardinata e che questo importante tema entri nel nostro ordinamento».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *