AmbienteMuseiPrimo PianoUnesco

Parco del Vulture, il Lago di Vitalba e la storia della Terra

Il sito paleolitico di Atella, individuato agli inizi degli anni ’90, è ubicato nei pressi del moderno cimitero comunale. Dalla stratigrafia del sito si è evidenziata la sua localizzazione sulle rive di un lago, oggi scomparso, creato durante il formarsi del complesso vulcanico del Vulture. Le campagne di scavo hanno individuato la presenza di resti ossei soprattutto di Elephas antiquus (Elefante antico) e di Bos primigenius (Bue primigenio), di un’industria litica molto particolare nella quale lo “strumentario” è in gran parte realizzato in radiolarite porosa, una pietra molto leggera.

Di notevole interesse è la presenza, in uno dei livelli stratigrafici dei deposti lacustri in cui si apre lo scavo, di avvallamenti sub-circolari, interpretati come impronte di un elefante che si era impantanato in prossimità della riva del lago durante una caccia notturna.

L’individuazione della presenza di cacciatori dell’Acheuleano inferiore, databile tra il 700.000 ed i 550.000 anni fa, ha permesso di comprendere le strategie venatorie specializzate nei confronti dei grandi mammiferi. Per saperne di più: CEAS del Vulture

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *