Fauna Parchi Primo Piano

Maiella, cartelli stradali per tutelare la fauna e gli automobilisti

Sessanta pannelli per sensibilizzare sull’importanza di guidare con prudenza: l’impegno del Parco Nazionale della Maiella per la tutela dell’orso bruno marsicano.

Nell’autunno del 2020 42 pannelli per sensibilizzare gli automobilisti sull’importanza di moderare la velocità e guidare con prudenza erano stati installati dal Parco Nazionale della Maiella e ANAS lungo le strade statali (SS5, SS17, SS487, SS84). Con l’installazione di 18 pannelli lungo le strade della provincia dell’Aquila (SP5, SP12, SP55, SP84) il Parco della Maiella ha completato una delle azioni più importanti del Progetto europeo Life Safe-Crossing. I 60 pannelli, la cui grafica è stata elaborata da un team di esperti e selezionata attraverso la tecnica del neuromarketing, sono stati posizionati in modo strategico per comunicare e reiterare un aspetto cruciale nella gestione del problema degli incidenti con la fauna: andare piano e guidare con prudenza e attenzione è il gesto più semplice che ognuno di noi può fare. Per sé stessi e per la fauna.

Se vuoi esprimere un parere sui pannelli o farci avere la tua preziosa opinione sul problema degli incidenti con la fauna selvatica riempi il questionario cliccando qui, ci vorranno solo pochi minuti!

Il progetto internazionale LIFE SAFE-CROSSING – ha lo scopo di ridurre il rischio di incidenti stradali tra fauna selvatica e veicoli, riducendo così la mortalità stradale di tre specie la cui conservazione è classificata come prioritaria dalla Commissione Europea: la lince pardina (Lynx pardinus), il lupo (Canis lupus) e l’orso bruno (Ursus arctos). Il progetto prevede infatti, entro il 2023, l’attuazione di misure di prevenzione delle collisioni fauna-veicoli attraverso l’installazione dei sistemi innovativi sperimentati nell’ambito del LIFE Strade, l’adozione di misure atte a favorire l’uso di sottopassi e sovrappassi da parte degli animali e lo sviluppo di una campagna di sensibilizzazione dei guidatori.

Co-finanziato dalla Commissione Europea con lo strumento LIFE Natura, il progetto coinvolge quattro nazioni dell’Europa meridionale: Italia, Spagna, Romania e Grecia. In Italia sono partner di progetto la Provincia di Terni, il Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise e il Parco Nazionale della Majella dove la specie target è l’orso bruno marsicano, una sottospecie che sopravvive solo nell’Appennino Centrale.[Fonte: P.N. Maiella]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.