Natura Primo Piano

Italia Nostra, ricorso accolto contro taglio alberi lungo le strade

Grazie al tenace e certosino lavoro legale dell’Avv. Fabrizio Foglietti, Presidente del CODACONS Abruzzo, il CODACONS stesso, e le associazioni ambientaliste FIAB Pescarabici, WWF, ALTURA hanno impedito, in appoggio alla Regione Abruzzo, un inaccettabile, disastroso e irreparabile danno ambientale da parte dell’ANAS.

Quest’ultima avrebbe voluto abbattere 560 (cinquecentosessanta!) alberi anche di notevoli dimensioni e portamento, posti lungo le SS 584 “Lucoli”, SS 690 “Avezzano-Sora” e SS 83 “Marsicana”, nello storico Parco Nazionale d’Abruzzo. La Regione Abruzzo aveva chiesto all’ANAS una relazione tecnica professionale per concedere un simile abbattimento e la risposta è stata un ricorso da parte del gestore delle strade contro la Regione.

“L’intervento adesivo ad opponendum” presentato al TAR Abruzzo dalle associazioni, appoggiate da Italia Nostra e Mountains Wilderness Abruzzo, ha avuto successo come testimonia la sentenza del 25/03/2022 n. 00056/2022.

La sentenza del TAR è lapidaria e scevra da interpretazioni varie e dubbi “il ricorso è infondato … pertanto è respinto”. E con essa è respinta l’arroganza e la protervia dell’ANAS che dimostra troppo spesso scarsissima attenzione all’ambiente.

Una grande vittoria che ha evitato un disastro ambientale che l’ANAS ha purtroppo già realizzato in altre zone.

Le associazioni hanno quindi dimostrato che si possono ottenere importanti risultati per la tutela dell’ambiente unendosi e lottando insieme.[Fonte:Italia Nostra]

approfondimenti: Sentenza TAR

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.