AmbientePoliticaPrimo Piano

Italia Nostra, paesaggio, il governo impugna la legge Sarda

Salvare le coste della Sardegna estendendo l’impugnativa della legge regionale 9/23 anche all’art. 132. Italia Nostra ha inviato un appello al Consiglio dei Ministri ringraziando il Governo per avere ascoltato la richiesta dell’Associazione e aver impugnato, con delibera del Consiglio dei Ministri del 19 dicembre 2023, numerosi articoli della legge regionale della Sardegna n. 9/2023, in evidente contrasto con la normativa costituzionale in materia di tutela del paesaggio e dell’ambiente.

Desta grave sconcerto, tuttavia, la circostanza che tra le norme impugnate non figuri proprio l’art. 132, suscettibile di determinare, come già segnalato, la totale e irreversibile cementificazione delle coste dell’isola, in palese contraddizione con la stessa ratio della legge “Salvacoste”, che modifica in assoluta violazione del Piano Paesaggistico regionale e dei connessi obblighi di pianificazione.

Certa che l’omessa impugnazione della norma indicata sia frutto di un mero errore materiale, Italia Nostra chiede che, sussistendone le gravi ragioni, si provveda con l’immediatezza che la vicenda richiede – vista la scadenza del termine al 23 dicembre 2023 – a integrare le motivazioni dell’impugnativa già deliberata dal Consiglio dei Ministri.

Antonella Caroli
Presidente nazionale Italia Nostra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *