Parchi Primo Piano

Il bilancio 2021 del P.N. Cinque Terre

Con l’insediamento del Consiglio Direttivo il Parco tira le somme di una stagione positiva ma ancora condizionata dall’emergenza pandemica. Diversi i temi affrontati durante la prima seduta del nuovo Direttivo: dal Piano del Parco, alla prossima partenza dei lavori della Via dell’Amore

In primo piano l’approvazione del Bilancio di Previsione 2022, del Bilancio Pluriennale 2022-2024 e del Piano Triennale delle Opere Pubbliche 22-24

Si è svolta nel pomeriggio di mercoledì 29 dicembre 2022, la prima seduta del nuovo Consiglio Direttivo del Parco, nominato con Decreto n. 507 del 1° dicembre 2021 dal Ministero della Transizione Ecologica.

L’organo di vertice, presieduto da Donatella Bianchi, è composto da Alberto Giuntoli, in rappresentanza del Ministero della transizione ecologica; Giulia Giorgi, vice Sindaco della Spezia, Emanuele Moggia, Sindaco Monterosso al mare, Fabrizia Pecunia, Sindaco di Riomaggiore, Francesco Villa, Sindaco di Vernazza: in rappresentanza della Comunità del Parco; Taira Di Nora, in rappresentanza dell’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA), Monica Costanza Pratesi, in rappresentanza delle associazioni di protezione ambientale.

«Un Consiglio Direttivo di qualità che esprime le migliori competenze per governare il rilancio del Parco Nazionale delle Cinque Terre. – Ha dichiarato la Presidente Donatella Bianchi – Ringrazio il Ministro Roberto Cingolani per aver garantito una continuità di governance nominando con tempestività il nuovo Direttivo.»

Tra i punti all’ordine del giorno in primo piano, particolarmente rilevanti, l’approvazione del Bilancio di Previsione 2022, del Bilancio Pluriennale 2022-2024 e del Piano Triennale delle Opere Pubbliche e il Piano del Parco 2022-2024.

Unanime parere positivo agli investimenti previsti dai documenti programmatici è arrivato in via preliminare nel corso della seduta della Comunità del Parco, a cui ha fatto seguito l’approvazione del Consiglio Direttivo del Parco. Presente anche il Presidente del Collegio dei Revisori dei Conti, Enrico Monachello, il quale ha portato il parere favorevole dell’organo riunitosi nei giorni precedenti.

Il Bilancio di Previsione 2022, presentato dal Direttore Patrizio Scarpellini e dal Presidente del Collegio Revisori, Enrico Monachello, conferma anche per l’esercizio 2022 l’ approccio prudenziale dettato dall’andamento dell’emergenza sanitaria ancora in corso. Il bilancio basato in larga parte su entrate proprie derivanti dalla vendita delle carte servizi Cinque Terre Card e su quelle ministeriali è stato chiuso con una entrata complessiva di euro 18.351.567,12 .

Risorse importanti che assicureranno nel corso del 2022 i servizi essenziali e strategici per il territorio e a supporto delle attività produttive sostenibili: garantito il sostegno per il trasporto pubblico di collegamento interno tra i borghi e le rispettive frazioni dei borghi delle Cinque Terre; l’impiego dei manutentori sui sentieri del Parco con una squadra potenziata che passerà da 12 a 19 figure per incrementare il lavoro di riqualificazione e integrazione di nuove tratte nella rete escursionistica REL; il presidio dei centri accoglienza e del Centro di Educazione Ambientale; l’aiuto al comparto agricolo, ai conduttori di terreni e alle aziende agricole, anche attraverso la previsione di un nuovo bando per la ricostruzione dei muri a secco; la riqualificazione della cartellonistica dedicata alla fruizione della rete sentieristica del Parco.

Nel corso della seduta è stato inoltre approvato il Piano Triennale delle Opere Pubbliche per un importo complessivo di euro 3.939.297.09, garantiti dai fondi messi a disposizione dal Ministero della Transizione ecologica nell’ambito della “Direttiva Parchi per il clima”: in particolare si tratta di opere riguardanti l’efficientamento energetico delle Sedi Comunali di Monterosso al Mare e Vernazza; un intervento di innovazione tecnologica per il supporto alla prevenzione e al governo degli incendi boschivi che prevede sia il potenziamento della rete di monitoraggio meteorologico, sia la realizzazione di un impianto con finalità di contrasto attivo agli incendi; una parte consistente degli investimenti saranno inoltre diretti alla lotta al dissesto idrogeologico attraverso il potenziamento e la creazioni di nuovi impianti a cremaliera (monorotaie a propulsione elettrica) per il trasporto di materiali e passeggeri, con il duplice obiettivo di valorizzare in chiave agricola e di fruizione turistica zone di pregio paesaggistico, ambientale e sociale, caratterizzate da particolare acclività: La Collina dei Cappuccini e in Località Maggiola/Buranco a Monterosso al Mare; la marina di Corniglia; località Montenero, Bargone, Fraino, Rua e Semura a Riomaggiore; Località Fossola e Monesteroli alla Spezia.[Fonte: P.N. Cinque Terre]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.