Fauna Parchi Primo Piano

Foreste Casentinesi: concluso il progetto LIFE WetFlyAmphibia

Si svolgerà a Santa Sofia nei giorni 11, 12 e 13 luglio la conferenza finale del progetto LIFE WetFlyAmphibia, un’occasione per scoprire gli interventi realizzati dal progetto, i problemi e le minacce alla conservazione degli anfibi in Italia e per conoscere le specie presenti nel Parco Nazionale.

Il programma di domenica 11 luglio vede lo svolgimento di alcuni eventi divulgativi aperti a tutti, ovvero nel corso della mattina un’escursione alla scoperta degli anfibi e degli ambienti umidi del Parco e nel pomeriggio un laboratorio e una visita guidata al Giardino Botanico di Valbonella (Corniolo). La sera sarà possibile assistere gratuitamente alla conferenza del naturalista, fotografo e conduttore televisivo di Geo Emanuele Bigi e allo spettacolo musicale di teatro d’ombre dal titolo “Fire charmers” a cura di Fossick Project.

Nella giornata di lunedì 12 si svolgerà invece la sessione tecnica e saranno protagonisti i ricercatori e dei numerosi progetti dedicati alla conservazione dell’ululone appenninico e degli anfibi in Italia e all’estero. La sera sarà dedicata all’incontro con il regista e direttore della fotografia Paolo Sodi e alla proiezione del suo documentario “I Pionieri della Terraferma”, dedicato agli anfibi del Parco. La giornata di martedì 13 infine sarà dedicata ai sopralluoghi tecnici sul territorio del Parco e alla visita dei siti di intervento realizzati dal progetto nell’Area protetta.

Il progetto è LIFE WetFlyAmphibia è finalizzato al miglioramento dello stato di conservazione delle popolazioni di anfibi e farfalle presenti nel Parco Nazionale e vede il Parco Nazionale come capofila e come partner associati Coop. Dr.e.a.m. Italia, Carabinieri Forestali, Unione dei Comuni Montani del Casentino, Università di Bologna e Università di Pavia. Le specie target sono l’ululone appenninico, la salamandrina di Savi e il tritone crestato italiano, oltre alle farfalle falena dell’edera e bombice del prugnolo, e gli interventi consistono nella realizzazione di nuove aree umide, nel restauro e creazione di abbeveratoi, nel miglioramento di pozze già esistenti, per un totale di più di 115 interventi in tutto il Parco.

Gli eventi sono tutti gratuiti e (ad esclusione degli eventi serali che sono a libera partecipazione), necessitano di prenotazione da eff­ettuarsi al seguente link: https://forms.gle/QSDmCBPixWZb51zr5

Il convegno sarà trasmetto anche in diretta sulla pagina Facebook del Parco Nazionale.[Fonte:P.N. Foreste Casentinesi]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.