Ambiente Parchi Primo Piano

Gargano: l’ente parco si costituisce parte civile nel processo per distruzione di bellezze naturali

Notevole è il danno ambientale arrecato in una zona a particolare tutela paesaggistica del Parco Nazionale del Gargano, in zona SIC e ZPS denominata “Valloni e Steppe Pedegarganiche” del Comune di Rignano
Garganico (Comune di Rignano Garganico ed Ente Parco Nazionale del Gargano),

... Continua a leggere.
Ambiente fauna Primo Piano

Gambero di fiume: al via il progetto “Life Claw” in Liguria

Capofila del progetto è il parco Nazionale dell’Appennino Tosco-Emiliano e coinvolti numerosi enti, tra questi l’Acquaio di Genova, oltre al consorzio di bonifica di Piacenza, l’ente di Gestione per i Parchi e la Biodiversità Emilia Occidentale, il comune di Fontanigorda, il Comune di Ottone, il parco naturale regionale dell’Antola.

... Continua a leggere.
Ambiente Parchi Primo Piano

No dal comune di Matera al mega impianto solare a ridosso del sito UNESCO, i Sassi e il parco regionale della Murgia

Il Comune di Matera ha espresso parere negativo al progetto di impianto solare avente la potenza complessiva di 19,985 MWp In Località Iesce, Matera (MT), delle opere connesse e delle Infrastrutture Indispensabilialla costruzione e all’esercizio dell’Impianto della Ditta Società Solare Italia srl di Rovereto (TN) la cui procedura VIA è presso gli Uffici della Regione Basilicata. T

... Continua a leggere.
Ambiente Parchi Primo Piano

Percorsi lenti: dalla Foresta Umbra a Matera, tra parchi e siti UNESCO

Il viaggio costituirà l’occasione per riflettere su alcune delle principali sfide della contemporaneità, ben riflesse nell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile: la difesa della bio e geo diversità, la lotta al riscaldamento globale, la diffusione di insediamenti umani sostenibili, partecipativi e inclusivi, il rapporto e il dialogo tra differenti culture, il ruolo di infrastrutture razionali

... Continua a leggere.
Ambiente Parchi Primo Piano

L’Ente Parco del Pollino è contrario alla discarica del Comune di Morano Calabro

L’Ente Parco ha chiesto all’ATO 1 di Cosenza la sospensione della decisione adottata nella seduta del 16.9.2019 di allocare l’impianto di smaltimento dei rifiuti definito Ecodistretto nel comune di Morano Calabro. L’impianto se realizzato si troverebbe a pochi metri dal confine dell’area protetta e a pochissima distanza in linea d’aria dalle vette più suggestive ed importanti del parco caratterizzate dalla presenza di aree dichiarate Zona di protezione speciale (ZPS), Sito di interesse comunitario (SIC), important Bird Area – IBA dell’unione Europea, sito UNESCO.

... Continua a leggere.