FloraPrimo Piano

21 Marzo, salvaguardare il patrimonio forestale italiano

Si celebra oggi, 21 novembre, la Giornata nazionale degli alberi. Stando agli ultimi rilevamenti in Italia i boschi attualmente ricoprono oltre 11 milioni di ettari di superficie, pari al 36,7% del territorio nazionale, per un totale di oltre 12 miliardi di alberi, pari a 200 alberi per ciascun cittadino.Nelle foreste italiane si trovano invece 139 riserve naturali dello Stato, 166 boschi vetusti, 2.730 boschi da seme, 4.288 alberi monumentali, 120 differenti specie di alberi, 350 specie di arbusti, 5 mila specie di funghi, 2.145 specie di licheni, 117 mammiferi terrestri, 250 specie di uccelli nidificanti, 56 specie di rettili e 46 specie di anfibi.

La giornata nazionale degli alberi, istituita con legge n. 10/2013, ha previsto un incontro, per il decennale delle disposizioni legislative, al ministero dell’Agricoltura, della Sovranità alimentare e delle foreste al quale ha partecipato il ministro Francesco Lollobrigida. L’iniziativa ha messo al centro dell’appuntamento il valore della legge e in particolare degli alberi monumentali, oggi tutelati dalla normativa in vigore, con un elenco degli alberi monumentali che si contraddistinguono per l’elevato valore biologico ed ecologico.

Ad oggi gli alberi monumentali sono 4288 appartenenti a 252 specie arboree. Allo stato attuale, le Regioni con il maggiore numero di alberi monumentali sono il Friuli Venezia Giulia (455), la Sardegna (407), la Lombardia (366), il Piemonte (319) e la Campania (305). I Comuni d’Italia dove è stato censito il maggior numero di patriarchi verdi sono Napoli (52 alberi), Caserta (51 alberi), Priverno (48 alberi), Palermo (46 alberi) e Roma (42 alberi).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *