Parchi Primo Piano

Secondo Meeting Nazionale delle Riserve della Biosfera UNESCO

Si svolgerà a partire dal 18 Settembre e sino a a sabato 21 settembre 2019 a Saluzzo, nel territorio del-la Riserva della Biosfera del Monviso, il secondo Meeting Nazionale delle Riserve della Biosfera UNESCO. L’evento, convocato dal Ministero dell’Ambiente e delle Tutela del Territorio e del Mare, sarà un momento di incontro, confronto e scambio tra i delegati che lavorano ogni giorno per portare avanti i numerosi progetti delle Riserve del Programma UNESCO Man and Biosphere.

Uova di tartarughe marine
Ambiente Flora

Prime tartarughe marine nelle Riserve del Fiume Sele

Lo scorso mese di Agosto una squadra eccezionale di volontari – coordinati da Alfio Giannotti – che ha presidiato e controllato per mesi le spiagge di Eboli e Capaccio Paestum alla ricerca di nidi, la collaborazione preziosissima del Centro Ricerche Tartarughe Marine Stazione di Portici “Anton Dohrn” guidato dalla dottoressa Sandra Hochscheid: ecco così, sulla litoranea di Eboli, la prima schiusa della tartaruga marina “caretta caretta” nel nostro parco.

Approvato il nuovo elenco degli alberi monumentali della Basilicata

fauna Parchi Primo Piano

Otto capovaccai liberati in Basilicata nell’estate 2019 per aiutare la specie a rischio di estinzione

Massima allerta delle forze dell’ordine per contrastare il bracconaggio Tra fine luglio e metà agosto 2019 otto giovani capovaccai sono stati liberati in Basilicata, nel Parco Naturale Regionale della Murgia Materana, in due diverse operazioni di rilascio messe in atto dall’Associazione CERM Centro Rapaci Minacciati e da ISPRA Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale allo scopo di supportare la popolazione italiana di questa specie, ridotta ai minimi termini.

Intervento dei Carabinieri per rave party non autorizzato nel Parco Nazionale dell’Appennino Lucano

Ultimi articoli

fiaccola del centro olio petrolifero a Viggiano
Ambiente Politica Primo Piano

Valle dell’Agri: governi nazionali e amministratori locali continuano ad investire nel fossile

“Se gli studi scientifici, primi tra tutti i report dell’IPCC, han sottolineato la drammaticità delle condizioni ambientali del nostro pianeta, le catastrofi naturali che si susseguono ininterrottamente confermano le suddette previsioni; tutto ciò nella totale noncuranza dei governi nazionali e delle amministrazioni locali, che continuano ad investire nel fossile vendendo il futuro della nostra specie per misere percentuali di sviluppo.

Il Ministro dell’Ambiente nomina la nuova Commissione VIA/VAS

Ministero dell’Ambiente Costa nomina i presidenti di 5 parchi nazionali

Tag