OLA, PARCO DEL POLLINO, ESPOSTO PER LAVORI DI SBANCAMENTO SUL TORRENTE SARMENTO

18 luglio 2009 Parchi

sbancamenti sul torrente Sarmento parco PollinoLa Ola, Organizzazione Lucana Ambientalista, coordinamento apartitico di associazioni e comitati dei cittadini, in relazione a lavori di sbancamento della parte inferiore di Timpa dei Preti, nel territorio comunale di Noepoli (PZ – Basilicata), riguardanti la sponda sinistra del Torrente Sarmento affluente del fiume Sinni (Basilicata), in una nota inviata all’Ente Parco del Pollino, al Ministero dell’Ambiente ed al Corpo Forestale dello Stato ha chiesto l’immediata sospensione dei lavori consistenti in una vasta spianata operata con ruspe e pale meccaniche con taglio totale della vegetazione arbustiva ed arborea inclusa nel perimetro del parco nazionale del Pollino ricadente in zona 1 (fascia del Torrente Sarmento). La OLA ha chiesto inoltre di conoscere se tali opere abbiano ricevuto tutte le necessarie autorizzazioni ed in caso contrario di sapere se esse contrastino con quanto indicato nelle misure di salvaguardia accluse al DPR 15/11/1993 ed in particolare dell’art.3, commi b);c) e d); dell’art.4 commi c), d),f) e g) del citato DPR.
panoramica sbancamenti Torrente SarmentoE’ infatti evidente l’impatto ambientale in aree a forte valenza paesistico-ambientale. La Direttiva Europea 2000/60/EC ha per obiettivo assicurare la gestione coerente e appropriata dei bacini idrografici con lo scopo di ottenere una buona qualità delle acque o un buon potenziale ecologico. Le opere proprio sulla riva del Torrente Sarmento insistono su un’area interessata da forti dissesti idrogeologici che rischiano di essere ulteriormente aggravati dai lavori di sbancamento riducendo la qualità ecologica del corpo idrico. Essi hanno creato infatti una barriera artificiale al deflusso delle acque meteoriche provenienti dai numerosi fossi che immettono nel Torrente Sarmento interessato da piene periodiche improvvise e violente, anche con notevole portata di acqua.
I lavori sarebbero finalizzati alla creazione di un non meglio specificato e costoso progetto denominato “Teatro vegetale” che nulla ha a che vedere con la salvaguardia della biodiversità naturale della Valle del Sarmento.

Condividi questo articolo su:
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on TumblrShare on LinkedInDigg thisPin on Pinterest


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2015-2016 Notizie dai Parchi