Parco nazionale Appennino Tosco Emiliano, come sta l’aquila reale?

24 giugno 2009 Parchi

aquila-reale1La regina degli uccelli, l´aquila reale, sarà sottoposta ad un focus di approfondimento per capire qual è il suo stato di conservazione in Europa e in Italia. L´evento organizzato dalla Lipu, dal Ministero dell´Ambiente, Tutela del Territorio e del Mare e dal Parco nazionale Appennino Tosco-Emiliano si terrà sabato 27 giugno a Castelnovo ne´ Monti in provincia di Reggio Emilia. L’aquila reale (Aquila chrysaetos) raggiunge una lunghezza intorno agli 80 cm con apertura alare che può raggiungere i due metri e trenta. In Europa sono stati contati circa 3.000 esemplari, mentre in Italia le stime parlano della presenza di 500 coppie, delle quali circa 300 si trovano sulle Alpi, circa 100 distribuite lungo la dorsale appenninica, una trentina tra Sicilia e Sardegna. La giornata, la cui organizzazione è curata da Mario Pedrelli della Lipu di Parma e responsabile del monitoraggio dell´Aquila reale nel Parco nazionale dell´Appennino tosco-emiliano, sarà introdotta da Fausto Giovanelli, presidente Parco nazionale Appennino tosco-emiliano, dal presidente onorario Lipu Danilo Mainardi e da Gabriella Meo, assessore Parchi e biodiversità della provincia di Parma. I relatori faranno un’analisi, territorio per territorio, sullo stato di salute dell´Aquila reale, sui principali pericoli che la minacciano e sull´efficacia delle misure di tutela. Interverranno: Marco Gustin (responsabile Specie Lipu), Kent Ohrn (che parlerà della situazione nel sud della Svezia), Dobromir Domuschiev (focus sui Balcani), Paolo Fasce e Laura Fasce (settore occidentale alpino), Ubaldo Ricci (Appennino settentrionale), Enrico Bassi (Parco Nazionale dello Stelvio) e Jacopo Angelini (focus sull´Appennino umbro-marchigiano).
Condividi questo articolo su:
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on TumblrShare on LinkedInDigg thisPin on Pinterest


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2015-2016 Notizie dai Parchi