WWF, in Calabria primo nido Tartaruga Caretta caretta

9 giugno 2009 Natura

 Anche quest’anno la Calabria si aggiudica il primo nido di uova di tartaruga marina. La deposizione e’ avvenuta nei giorni scorsi sulla costa ionica reggina, in anticipo rispetto agli scorsi anni, come accertato nell’ambito del progetto ‘Tartacare’ dai ricercatori del dipartimento di ecologia dell’universita’ della Calabria che si aspettano la schiusa per meta’ luglio. Il tratto di costa dei Gelsomini, dove sono state deposte le uova, rappresenta, in base alle ricerche dell’universita’ della Calabria che ha iniziato il monitoraggio per tutta l’estate, l’ area di nidificazione piu’ importante d’Italia per la Caretta caretta. ”La costa ionica della Calabria – afferma Antonio Mingozzi del dipartimento di ecologia dell’universita’ della Calabria – ospita il maggior numero di nidi in Italia”. Dalle ricerche risulta che ”dal 2003 al 2008 il 70% dei nidi italiani sono situati in questo tratto costiero”, che con l’aiuto del Wwf viene monitorato e salvaguardato. Il programma, attivato nel 2000, approvato e autorizzato dal ministero dell’Ambiente, fino a oggi ha potuto seguire la nascita di piu’ di 4.000 tartarughe. La notizia della nidificazione, riferisce l’associazione del Panda, arriva pochi giorni prima dell’inizio della ‘Turtle week’ la settimana dedicata alle tartarughe marine, dal 16 al 20 giugno, per festeggiare in tutto il mondo il centenario della nascita di Archie Carr, lo scienziato che ha dato un fondamentale contributo alla conservazione della Caretta caretta. Testimonial dell’evento e’ Adriano Giannini che dalla Sicilia, a Torre Salsa dall’oasi del Wwf, ha lanciato un appello per l’adozione di una tartaruga. (ANSA).

Condividi questo articolo su:
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on TumblrShare on LinkedInDigg thisPin on Pinterest


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2015-2016 Notizie dai Parchi