Si chiude il mandato del presidente dei Sibillini

20 giugno 2012 Parchi

Logo parco-sibilliniSi è chiuso la scorsa settimana il quinquennio di presidenza di Massimo Marcaccio. Sono stati cinque anni intensi per Marcaccio, già assessore all’ambiente della provincia di Ascoli Piceno fino alla nomina a Presidente del parco dei Sibillini, avvenuta nel 2007, che ha coronato il suo impegno nel campo dell’ambiente. Il suo nome emerse dalla Comunità del Parco, organo che rappresenta tutti i sindaci e gli amministratori del territorio dell’area protetta, e in questi cinque anni il suo lavoro è stato caratterizzato proprio dal continuo dialogo con le realtà amministrative locali. Il suo mandato si conclude proprio quando l’iter di approvazione del piano del parco –  fondamentale strumento di pianificazione dell’area protetta – ha ricevuto lo slancio finale verso la definitiva trasformazione in legge anche grazie ad una costruttiva intesa con le regioni Marche ed Umbria.

Il quinquennio appena trascorso, segnato dalla drammatica diminuzione dei fondi governativi messi a disposizione delle aree protette nazionali, è stato comunque ricco di grandi risultati per il Parco, capace, anche grazie al continuo impegno del Presidente uscente, di convogliare ed indirizzare finanziamenti europei e regionali, risultati fondamentali per lo sviluppo del territorio.

Sono stati portati avanti progetti importanti, anche di risonanza internazionale, come la strategia quinquennale di sviluppo turistico rinnovata nell’ambito della Carta Europea del Turismo Sostenibile, uno dei più importanti sistemi di certificazione internazionale delle aree protette, o i due progetti Life, quello di reintroduzione del Camoscio e il Life ex-tra (progetto per la riduzione dei conflitti tra il lupo e le attività zootecniche), grazie al quale il Parco ha avviato un proficuo e attivo confronto con gli attori locali e in particolare con gli allevatori.

A questi progetti, esempio di conciliazione tra gli obiettivi della conservazioni e lo sviluppo sostenibile del territorio, si aggiunge il completamento del sistema di fruizione del Parco, con la creazione e la segnatura di 17 percorsi escursionistici che si sta concludendo in queste settimane.

Il lavoro di Massimo Marcaccio è stato fondamentale anche nel campo dell’educazione ambientale, dove il Parco dei Sibillini ha reperito fondi regionali e ministeriali che hanno favorito una grande crescita dei Centri di educazione ambientale del territorio e il conseguente miglioramento qualitativo e quantitativo dell’offerta didattico-ricreativa.

Così come ha saputo ascoltare il territorio, Massimo Marcaccio ha saputo instaurare un dialogo continuo e proficuo con i dipendenti migliorando decisamente la qualità del lavoro. Anche per questo a lui va il sentito ringraziamento di tutti i dipendenti del Parco e del Direttore Franco Perco, oltre ad un caloroso augurio per il futuro e per una sua eventuale riconferma.

Condividi questo articolo su:
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on TumblrShare on LinkedInDigg thisPin on Pinterest

parco nazionale Monti Sibillini


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2015-2016 Notizie dai Parchi