Parco Gran Paradiso, sulle orme del re e alla ricerca della fauna

16 settembre 2010 faunaParchi

parco_nazionale_del_gran_paradisoRiprendono per l’anno scolastico 2010/2011 le attività di educazione ambientale all’interno del Parco Nazionale Gran Paradiso. Le proposte sviluppate dall’Ente Parco rappresentano un’interessante opportunità per scoprire i diversi aspetti di un’area protetta in ambiente montano di rilevanza internazionale e a poca distanza da Torino, Aosta e Milano. Il progetto di punta di quest’anno è legato al 150° anniversario dell’unità d’Italia e intende ripercorrere la storia del Parco e della sua specie simbolo, partendo dal percorso che ha portato dalla riserva reale di caccia all’istituzione del primo parco nazionale italiano e arrivando all’analisi delle azioni di monitoraggio e gestione delle specie che sono condotte con continuità dal servizio scientifico e da quello di sorveglianza del Parco. Le classi aderenti al progetto potranno partecipare con le famiglie, nell’estate 2011, alle manifestazioni organizzate dal Parco per celebrare la ricorrenza dell’unità d’Italia Il Parco del Gran Paradiso vanta una conoscenza approfondita dei propri ecosistemi naturali e della storia del territorio, che rappresentano un ideale laboratorio didattico all’aperto. Il ventaglio delle proposte spazia dalle tematiche più naturalistiche, a quelle antropologiche e a quelle storiche, tutte improntate a stimolare lo sviluppo di un senso critico per comprendere le relazioni con l’ambiente e la consapevolezza di comportamenti responsabili nei confronti di un prezioso patrimonio ambientale.

Le attività sono svolte da guide del parco, accompagnatori naturalistici, esperti e guardaparco formati nel settore dell’educazione ambientale. Sono previsti interventi in classe ma anche e soprattutto escursioni sul territorio, attività pratiche sul campo e nelle varie strutture del parco (centri di educazione ambientale, centri visitatori). Il programma delle attività, disponibile sul sito www.pngp.it nella sezione “educazione ambientale”, comprende sia attività rivolte alle scuole di ogni ordine e grado che proposte per altri tipi di pubblico interessati, come associazioni, gruppi e famiglie.

La Regione Piemonte finanzia con un contributo i viaggi di istruzione nelle aree protette che prevedano almeno un pernottamento, una possibilità in più per le scuole di approfondire tematiche di educazione ambientale all’interno del Parco. La domanda è disponibile al link: http://www.regione.piemonte.it/ambiente/bandi/areeprotetteviaggi.htm. Un’ulteriore occasione per soggiornare nel Centro di Educazione Ambientale di Noasca (TO) che dispone di spazi per le attività didattiche e di una struttura residenziale con oltre 56 posti letto. L’aula polivalente è dotata di attrezzature e collezioni per lo svolgimento di attività di tipo scientifico e di elaborazione delle osservazioni svolte in natura, nonché per attività ludico-ricreative, sempre sul tema dell’ambiente. [Torino, 16 settembre 2010Per informazioni: Cristina Del Corso – Tel. 011-8606203.]

Condividi questo articolo su:
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on TumblrShare on LinkedInDigg thisPin on Pinterest

Parco Nazionale Gran Paradiso


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2015-2016 Notizie dai Parchi