Parco più pulito, per dire basta alle bottiglie di minerale di plastica

3 settembre 2010 Parchi

parco_nazionale_cinque_terreBevi puro salvando l’ambiente. La proposta progettuale del Parco Cinque Terre mira ad una nuova forma di consumo dell’acqua diretta, economica, di qualità e rispettosa dell’ambiente. Il progetto  sarà presentato in una conferenza  lunedì 6 settembre, alle ore 18, al Castello di Riomaggiore. “Oro blu” del terzo millennio e bene prezioso dell’umanità. Sarà l’acqua, protagonista del  progetto in fase di sviluppo, pensato dal Parco Cinque Terre per far fronte all’ingente consumo di bottiglie e contenitori in plastica, che ogni anno affollano letteralmente i cassonetti di questo piccolo lembo dell’estremo levante ligure.

L’Ente ha messo al vaglio una serie di ipotesi capaci, da un lato di abbattere gli impatti ambientali legati al trasporto e allo smaltimento, e dall’altro di fornire acqua pura, controllata e di eccellente qualità.L’iniziativa, che partirà dal Comune di Riomaggiore – per essere poi estesa a tutto il territorio Parco – consiste in una serie di postazioni dove verrà erogata acqua costantemente controllata, prelevata direttamente dalla rete urbana, che sarà refrigerata e addizionata di anidride carbonica, conferendole le famose bollicine.

Dunque “sorsi d’acqua e di consapevolezza” in questo progetto pensato per rendere i turisti non solo semplici consumatori mordi e fuggi, ma artefici di un gesto virtuoso e conveniente. Insomma un piccolo grande contributo per innescare una rivoluzione culturale indispensabile ad un uso sempre più sostenibile delle risorse idriche…anche di ritorno dalle vacanze. La parte tecnica progettuale è a cura della Epta Consul scrl, in collaborazione con Sovrintendenza dei Beni Ambientali e Architettonici di Pisa.

A presentare il progetto, dopo i saluti e l’introduzione di Franco Bonanini,  presidente Parco Cinque Terre, intereverranno; Marco Zanicchi, geologo – Impatto Ambientale della plastica: inquinamento e salute pubblica;
Marco Salarpi, ingegnere – L’utilizzo di acqua di rete per scopi alimentari; Fabio Tedeschi, Sindaco Comune di Lajatico – Esempio di utilizzo delle fonti dell’acqua; Riccardo Lorenzi, architetto Sovrintendenza Pisa –  Impatto ambientale (salvaguardia dell’ambiente del Parco); Donatella Ambrosini, architetto – La fontana dell’acqua, sviluppo futuro della risorsa acqua sulla Via dell’Amore. [fonte P.N. Cinque Terre]

Condividi questo articolo su:
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on TumblrShare on LinkedInDigg thisPin on Pinterest

parco nazionale 5 terre


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2015-2016 Notizie dai Parchi