La nuova Direttiva Europea Uccelli e le possibili deroghe alla caccia

30 gennaio 2010 Natura

rapace1E’ entrata in vigore di recente la Direttiva 2009/147/CE del 30 novembre 2009 sulla a conservazione delle specie di uccelli selvatici che tutela gli uccelli allo stato selvatico  nel  territorio  europeo  degli Stati  membri. Le misure da prendere – scritto nella nuova Direttica Uccelli – devono riguardare i diversi fattori che possono influire sull’entità della popolazione aviaria, e cioè le ripercussioni delle attività umane, in particolare la distruzione e l’inquinamento degli habitat, la cattura e l’uccisione  da  parte  dell’uomo  e  il  commercio  che  ne consegue;  nel  quadro  di  una  politica  di  conservazione bisogna adeguare la severità di tali misure alla situazione delle diverse specie. A  causa  del  livello  di  popolazione,  della  distribuzione geografica e del tasso di riproduzione in tutta la Comu­nità,  talune  specie  possono  formare  oggetto  di  atti  di caccia, ciò che costituisce un modo ammissibile di sfrut­tamento, sempreché vengano stabiliti ed osservati deter­minati limiti; tali atti di caccia devono essere compatibili con il mantenimento della popolazione di tali specie a un livello soddisfacente. La nuova direttiva prevede purtroppo la caccia in deroga che deve però essere oggetto di valutazione da parte della Commissione o da parte delle autorità nazionali. Questo punto controverso non mancherà di suscitare divisioni e causare problemi di conservazione agli habitat protetti aprendo un varco ad una caccia indiscriminata nei confronti di sèpecie protette.

Condividi questo articolo su:
Share on FacebookTweet about this on TwitterShare on Google+Share on TumblrShare on LinkedInDigg thisPin on Pinterest


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

© 2015-2016 Notizie dai Parchi